“Tutto ciò che viene dalla mia cucina è cresciuto nel cuore.”

(Paul Eluard)

lunedì 5 giugno 2017

BISCOTTI INZUPPOSI AL LIMONE



Per circa 16 biscotti:
100 gr. di farina integrale
100 gr. di farina di farro
100 gr. di farina di riso
100 gr. di zucchero di canna (oppure 75 gr. di agave)
60 gr. di banana matura frullata (da omettere se si usa l'agave)
50 ml. di olio di cocco, o di semi (potete anche sostituirlo con margarina vegetale o burro di cacao)
60 ml. di succo di limone
buccia di limone
1 cucchiaino di lievito per dolci
semi di mezza bacca di vaniglia
un goccio d'acqua q.b. 

Impastate tutti gli ingredienti, aggiungendo un goccio di acqua se l'impasto dovesse risultare troppo asciutto. Il risultato è una frolla al limone. Avvolgetela nella pellicola, o in un panno infarinato e lasciatela riposare per 30 minuti in frigo. Ricavate un salsicciotto e tagliate 16 pezzi, di circa 1 cm e 1/2 di spessore. Disponeteli sulla placca da forno e cuocete in forno già caldo a 180° per circa 15 minuti nel forno ventilato, circa 25 minuti in quello statico. Lasciateli raffreddare completamente prima di conservarli in un barattolo di latta, vetro o in una busta per alimenti. 

venerdì 10 febbraio 2017

Mandorella (Mozzarella di mandorle)

Credo di aver decisamente trovato un buon compromesso con questa semplicissima ricetta. Il sapore e la consistenza sono decisamente migliori di altre mozzarelle vegane provate fino ad ora, che mi ricordavano troppo la besciamella. Ovviamente non si scioglie e non fila come una comune mozzarella, ma si ammorbidisce e fa una deliziosa crosticina. E' ottima in padella, mangiata cruda, o tagliata sottilmente per le preparazione da forno.

Ingredienti per una mozzarella:
60 gr. di mandorle dolci tenute in ammollo con 60 ml. di acqua per una notte
12 cucchiai di acqua
4 cucchiai rasi di tapioca, o fecola di patate (la tapioca però rende maggiormente fodente la mozzarella)
1 cucchiaio di olio di riso, o olio di cocco spremuto a freddo
un pizzico di sale, aglio in polvere e pepe,
1/2 cucchiaino di lievito alimentare
1/2 cucchiaino di succo di limone

Trascorsa la notte di ammollo, frullate le mandorle con la loro acqua e con quella in aggiunta finché non risulterà un liquido bello liscio. Potete filtrarlo, ma io onestamente preferisco tenerlo così. Potete saltare questo passaggio usando direttamente 240 gr. circa di latte di mandorle non dolcificato. Per renderla più morbida si può aggiungere anche 2 cucchiai di panna di riso. Unite la tapioca, l'olio e aggiustate di sale e pepe, unite un pizzico di aglio in polvere e 1/2 cucchiaino di lievito alimentare se vi piace. Potete anche unire un goccio appena di succo di limone per darle un tocco di acidità. Mettete il tutto in una pentola sul fuoco e cuocete mescolando di continuo finché non diventerà una pasta filante che si stacca dai bordi. A questo punto trasferitela in una ciotolina unta e mettetela in frigo per qualche ora. Usatela come preferite. Potete aromatizzarla usando in alternativa un pizzico di curcuma e del rosmarino in polvere.

giovedì 9 febbraio 2017

Formaggio grattugiato vegano


Ingredienti:
4 cucchiai di mandorle dolci
1 cucchiaio di pangrattato
1 pizzico di sale
1 pizzico di noce moscata (se vi piace)

Per un sapore più intenso aggiungere:
1 cucchiaio di lievito alimentare
2 cucchiai di semi di sesamo tostati in padella
1 cucchiaino di spezie (aglio in polvere, rosmarino, salvia, pepe, basilico e timo)

Frullate tutti gli ingredienti in un mixer fino a ridurli in polvere. Usate sulla pasta, nei burger e nelle polpette, per gratinare e così via. Potete sostituirle anche con altra frutta secca, tipo noci, anacardi, o nocciole, ma ovviamente il sapore cambierà. Ci sono però delle ricette che si sposano bene con questi gusti, ad esempio i finocchi stanno benissimo con le nocciole, la zucca con le noci e il cavolfiore con gli anacardi. A voi sperimentare.